Presidente delle Filippine

Article

May 29, 2022

Il presidente delle Filippine (filippino: pangulo ng Pilipinas, a volte indicato come presidente ng Pilipinas) è il capo di stato e il capo del governo delle Filippine. Il presidente guida il ramo esecutivo del governo filippino ed è il comandante in capo delle forze armate delle Filippine. Il presidente è eletto direttamente dal popolo ed è uno degli unici due funzionari esecutivi eletti a livello nazionale, l'altro è il vicepresidente delle Filippine. Tuttavia, quattro vicepresidenti hanno assunto la presidenza senza essere stati eletti alla carica, in virtù della morte o delle dimissioni durante il mandato di un presidente. I filippini generalmente si riferiscono al loro presidente come pangulo o presidente nella loro lingua locale. Il presidente è limitato a un solo mandato di sei anni. Nessuno che abbia servito più di quattro anni di un mandato presidenziale può correre o servire di nuovo. Il 30 giugno 2016 Rodrigo Duterte ha prestato giuramento come sedicesimo e attuale presidente. Bongbong Marcos del Partido Federal ng Pilipinas entrerà in carica il 30 giugno 2022, dopo aver vinto le elezioni presidenziali filippine del 2022.

Storia

Le prime repubbliche

Repubblica Tagalog di Bonifacio

A seconda della definizione scelta per questi termini, un certo numero di persone potrebbe alternativamente essere considerato il titolare inaugurale della carica. Andrés Bonifacio potrebbe essere considerato il primo presidente delle Filippine unite da allora, mentre era il terzo presidente supremo (spagnolo: Presidente Supremo; filippino: Kataas-taasang Pangulo) del Katipunan, una società rivoluzionaria segreta che iniziò una rivolta aperta contro gli spagnoli governo coloniale nell'agosto 1896, trasformò la società in un governo rivoluzionario con se stesso come "Presidente della Nazione Sovrana/Popolo" (filippino: Pangulo ng Haring Bayan). Mentre il termine Katipunan (e il titolo "Presidente Supremo") è rimasto, il governo di Bonifacio era anche conosciuto come Repubblica Tagalog (spagnolo: República Tagala; filippino: Republika ng Katagalugan) e il termine haring bayan o haringbayan come adattamento e sinonimo di "repubblica", dalle sue radici latine come res publica. Poiché Presidente Supremo è stato abbreviato in Supremo nei resoconti storici contemporanei di altre persone, divenne così noto solo con quel titolo nella storiografia tradizionale filippina, che di per sé era quindi intesa come "leader supremo" in contrasto con i successivi "presidenti". Tuttavia, come notato dallo storico filippino Xiao Chua, Bonifacio non si è riferito come Supremo ma piuttosto come Kataas-taasang Pangulo (Presidente Supremo), Pangulo ng Kataas-taasang Kapulungan (Presidente dell'Assemblea Suprema) o Pangulo ng Haring Bayan (Presidente della Nazione Sovrana/Popolo), come evidenziato dai suoi stessi scritti. Sebbene la parola tagalog si riferisca al popolo tagalog, uno specifico gruppo etno-linguistico principalmente nel sud di Luzon, Bonifacio usò il termine "Tagalog" in "Repubblica tagalog" per denotare tutti i popoli non spagnoli delle Filippine al posto dei filippini, che avevano origini coloniali, riferendosi al suo concetto di nazione e popolo filippino come "Sovereign Tagalog Nation/People" o più precisamente "Sovereign Nation of the Tagalog People" (filippino : Haring Bayang Katagalugan), in effetti sinonimo di "Repubblica tagalog" o più precisamente "Repubblica della nazione/popolo tagalog". Secondo la storica filippina Ambeth Ocampo, l'inclusione di Bonifacio come past presidente implicherebbe che dovrebbero essere inclusi anche Macario Sakay e Miguel Malvar, poiché Sakay ha continuato il concetto di Bonifacio di una Repubblica tagalog nazionale e Malvar ha continuato la Repubblica filippina che è stata il culmine di diversi governi guidato da Emilio Aguinaldo che sostituì quello di Bonifacio, Malvar subentrando dopo la cattura di Aguinaldo. Tuttavia, ci sono ancora richieste, anche da parte di un discendente di Bonifacio, affinché Bonifacio sia riconosciuto dall'attuale governo come il primo presidente filippino. Nel 1993 gli storici Milagros Guerrero, Emmanuel