Cantiere navale di Filadelfia

Article

June 25, 2022

Il cantiere navale di Filadelfia è stato un importante cantiere navale degli Stati Uniti per quasi due secoli. Stati Uniti. Fu sostituito da un nuovo cantiere molto più grande sviluppato attorno a strutture iniziate nel 1871 sull'isola di League, alla confluenza dei fiumi Delaware e Schuylkill. L'espansione di Navy Yard ha stimolato lo sviluppo nel tempo di abitazioni e attività commerciali a South Philadelphia, dove vivevano molti lavoratori dei cantieri navali. Durante la seconda guerra mondiale, circa 40.000 lavoratori operarono su turni 24 ore su 24 per produrre e riparare le navi nel cantiere per lo sforzo bellico. La Marina degli Stati Uniti ha concluso la maggior parte delle sue attività lì negli anni '90, chiudendo la sua base dopo le raccomandazioni della commissione per il riallineamento e la chiusura della base. Nel 2000, la Philadelphia Industrial Development Corporation, per conto della città di Filadelfia, ha acquisito e ha iniziato a riqualificare il terreno. Inizialmente chiamato Philadelphia Naval Business Center, ora è conosciuto come The Navy Yard. È un grande campus a uso misto in cui quasi 15.000 persone sono impiegate da più di 120 aziende che rappresentano un mix di industrie. Questi includono impianti di produzione di terapie cellulari all'avanguardia, aziende di moda globali e un cantiere navale commerciale. La Marina gestisce ancora una struttura di manutenzione navale inattiva della nave e alcune attività di ingegneria nel sito.

Storia

Il cantiere ha le sue origini in un cantiere navale commerciale fondato nel 1776 sulla Front Street di Filadelfia sul fiume Delaware; fu designato nel 1801 come sito ufficiale della Marina degli Stati Uniti nel 1801. Dal 1812 al 1865 fu un grande centro di produzione navale. La prima nave lanciata in acqua fu la USS Franklin. Questo evento è stato seguito da più di 50.000 spettatori. Il rapido sviluppo di altre società di costruzioni navali ha impegnato Filadelfia a migliorare i processi di produzione. Questo è stato il primo cantiere navale al mondo a utilizzare bacini di carenaggio galleggianti nel processo di costruzione per migliorare il tempo di funzionamento delle navi. Dopo che l'avvento delle navi da guerra corazzate rese il sito obsoleto, nel 1871 furono costruite nuove strutture sull'isola di League alla confluenza dei fiumi Delaware e Schuylkill. Dall'inizio del diciannovesimo secolo, molti lavoratori di Filadelfia si agitarono per una riduzione dell'ardua giornata lavorativa di dodici ore. Prima del 1835, la giornata lavorativa al Philadelphia Navy Yard andava dall'alba al tramonto, con tempo libero per la colazione. Nell'estate del 1835 maestri d'ascia, falegnami e altri lavoratori di Philadelphia Navy Yard guidarono lo sforzo per ridurre la giornata lavorativa combinando l'azione diretta di uno sciopero, con la pressione politica sul ramo esecutivo. Dopo aver chiesto per la prima volta una riduzione della giornata lavorativa su richiesta al Segretario della Marina tramite il comandante dei cantieri navali James Barron, il 29 agosto 1835 si appellarono direttamente al presidente Andrew Jackson. Il commodoro Barron ha approvato la richiesta dei suoi lavoratori con il seguente riconoscimento "Vorrei rispettosamente osservare - Sembra essere inevitabile, prima o poi, poiché gli operai sono distaccati da tutti i Maestri operai, consigli comunali ecc. non c'è probabilità che si secessioneranno dalle loro richieste."[1] La loro petizione fu accolta e il 31 agosto 1835 il presidente ordinò al Segretario della Marina di concedere la giornata lavorativa di dieci ore, a partire dal 3 settembre 1835. Tuttavia, la modifica era applicabile solo al Philadelphia Navy Yard. Il 29 agosto 1836, un comitato dei meccanici del Philadelphia Navy Yard fece appello al presidente Andrew Jackson per estendere la legge, "Il Comitato è sicuro che se l'esempio sarà dato a Filadelfia sarà [illeggibile] richiesto in altri luoghi e non tenterà di mascherare il piacere che darebbe loro come Cittadini e come Lavoratori di vedere una riforma in atto sotto gli auspici del governo». Passarono 5 anni prima che la giornata di dieci ore fosse estesa a tutti i dipendenti pubblici impegnati nel lavoro manuale; questo è stato realizzato