Straordinario (sportivo)

Article

May 24, 2022

I tempi supplementari o supplementari sono un periodo di gioco aggiuntivo specificato dalle regole di uno sport per portare una partita a una decisione ed evitare di dichiarare la partita un pareggio o un pareggio se i punteggi sono gli stessi. In alcuni sport, questo periodo extra viene giocato solo se è necessario che il gioco abbia un chiaro vincitore, come nei tornei a eliminazione diretta in cui solo una squadra o solo giocatori possono passare al turno successivo o vincere il torneo. Le regole dei tempi supplementari o supplementari variano tra gli sport e anche le diverse competizioni. Alcuni possono impiegare la "morte improvvisa", in cui il primo giocatore o squadra che segna vince immediatamente la partita. In altri, il gioco continua fino allo scadere di un determinato tempo e solo allora viene dichiarato il vincitore. Se la gara rimane in parità dopo la sessione extra, a seconda delle regole, la partita potrebbe terminare immediatamente con un pareggio, potrebbero essere giocati periodi aggiuntivi o invece potrebbe essere utilizzata una procedura di spareggio diversa come i calci di rigore. I termini straordinari e straordinari (abbreviati "OT" o "IOT") sono usati principalmente in Nord America, mentre i termini extra time e after extra time (abbreviati "aet") sono solitamente usati in altri continenti.

Associazione calcio

Gare a eliminazione diretta (compresa la competizione professionale)

Nelle competizioni calcistiche a eliminazione diretta o nelle fasi di competizione, le squadre giocano 30 minuti in più, chiamati tempi supplementari, quando la gara decisiva (o la ripetizione di un pareggio) non ha prodotto un vincitore entro la fine del tempo normale o del tempo pieno. Segue una breve pausa (tradizionalmente 5 minuti) in cui i giocatori rimangono sul campo o intorno al campo di gioco e comprende due periodi di 15 minuti, con squadre che cambiano campo nel mezzo. Sebbene le Regole del Gioco stabiliscano che i tempi supplementari siano uno dei metodi approvati per decidere un vincitore, le competizioni non sono obbligate ad adottare tempi supplementari e ogni competizione è libera di scegliere qualsiasi metodo indicato nelle Regole del Gioco per decidere un vincitore . In un pareggio una tantum o in un replay decisivo, i punteggi di livello vanno quasi sempre ai tempi supplementari. Nelle partite giocate su due gare a livello continentale (come le competizioni continentali per club o la qualificazione alla Coppa del Mondo FIFA), a livello nazionale (come Copa del Rey, DFB-Pokal e semifinali di Coppa Italia o retrocessione e promozione della Bundesliga- off) o anche a livelli inferiori (come gli spareggi della English Football League), le squadre giocano solo i tempi supplementari nella gara di ritorno in cui il punteggio complessivo, quindi normalmente seguito dalla regola dei gol in trasferta, non ha prodotto prima un vincitore, tuttavia a partire dalla stagione 2021-22, la UEFA ha deciso di abolirlo per tutte le competizioni per club e di cambiarlo con i calci di rigore se il totale è ancora in parità dopo i tempi supplementari. I pareggi in FA Cup venivano decisi da tutti i replay necessari fino a quando uno non produceva un vincitore entro i tempi normali piuttosto che avere tempi supplementari o sparatorie, anche se, al giorno d'oggi, i replay sono limitati solo a quello con il secondo che va ai tempi supplementari se le squadre sono ancora allo stesso livello. Allo stesso modo, CONMEBOL storicamente non ha mai utilizzato i tempi supplementari in nessuna delle competizioni che organizza direttamente, come la Copa Libertadores. Oggi utilizza i tempi supplementari solo nell'ultima partita di una competizione. Il punteggio in partite o pareggi che ricorrono ai tempi supplementari sono spesso registrati con la sigla a.e.t. (dopo i tempi supplementari) di solito accompagna il punteggio precedente dopo i tempi regolamentari. Il formato a doppia gara per le finali delle competizioni per club con questa regola è ancora utilizzato nelle competizioni per club AFC e CONCACAF con una regola sui gol in trasferta. I pareggi che non hanno ancora un vincitore dopo i tempi supplementari vengono solitamente interrotti da calci dal dischetto, comunemente chiamati calci di rigore. Tra la fine degli anni '90 e l'inizio degli anni 2000, molte partite internazionali hanno cercato di ridurlo utilizzando il golden goal (chiamato anche "morte improvvisa") o le regole del silver goal (il gioco termina se una squadra è in vantaggio dopo i primi 15 minuti di tempi supplementari), ma le competizioni non li hanno mantenuti. Il termine "asdet" si riferisce al risultato di un tiro di rigore "dopo un de