Corazzata di classe North Carolina

Article

June 25, 2022

La classe North Carolina era un gruppo di due corazzate veloci, North Carolina e Washington, costruite per la Marina degli Stati Uniti tra la fine degli anni '30 e l'inizio degli anni '40. Nella pianificazione di una nuova classe di corazzate negli anni '30, la Marina degli Stati Uniti era fortemente vincolata dalle limitazioni dei trattati internazionali, che includevano il requisito che tutte le nuove navi capitali avessero una cilindrata standard inferiore a 35.000 LT (35.600 t). Questa restrizione significava che la marina non poteva costruire una nave con la potenza di fuoco, l'armatura e la velocità che desideravano, e l'incertezza di bilanciamento che ne risultava significava che la marina considerava cinquanta progetti ampiamente diversi. Alla fine, il Consiglio generale della Marina degli Stati Uniti ha dichiarato la sua preferenza per una corazzata con una velocità di 30 nodi (56 km/h; 35 mph), più veloce di qualsiasi in servizio statunitense, con una batteria principale di nove 14 pollici (356 mm)/50 pistole Mark B calibro. Il consiglio credeva che queste navi sarebbero state abbastanza equilibrate da assumere efficacemente una moltitudine di ruoli. Tuttavia, il Segretario ad interim della Marina ha autorizzato una versione modificata di un modello diverso, che nella sua forma originale era stata respinta dal Consiglio generale. Ciò richiedeva una nave da 27 nodi (50 km / h; 31 mph) con dodici cannoni da 14 pollici in torrette quadruple e protezione contro cannoni dello stesso calibro. In un importante allontanamento dalle pratiche di progettazione tradizionali americane, questo progetto ha dato la priorità alla potenza di fuoco a scapito della velocità e della protezione. Dopo l'inizio della costruzione, gli Stati Uniti hanno invocato una cosiddetta "clausola della scala mobile" nel trattato internazionale per aumentare l'armamento principale della classe a nove cannoni Mark 6 calibro 16 pollici (406 mm)/45. Sia la Carolina del Nord che Washington hanno assistito a un ampio servizio durante la seconda guerra mondiale in una varietà di ruoli, principalmente nel teatro del Pacifico dove hanno scortato task force di portaerei veloci, come durante la battaglia del Mar delle Filippine, e hanno condotto bombardamenti costieri. Washington ha anche partecipato a uno scontro di superficie, la battaglia navale di Guadalcanal, dove le sue batterie principali dirette dai radar hanno danneggiato a morte la corazzata giapponese Kirishima. Entrambe le corazzate furono danneggiate durante la guerra, con la Carolina del Nord che fu colpita da un siluro nel 1942 e Washington che si scontrò con l'Indiana nel 1944. Dopo la fine della guerra, entrambe le navi rimasero in servizio per un breve periodo prima di essere riposte in riserva. All'inizio degli anni '60, la Carolina del Nord fu venduta allo stato della Carolina del Nord come nave museo e Washington fu demolita.

Sfondo

Dopo la fine della prima guerra mondiale, diverse marine continuarono e ampliarono i programmi di costruzione navale avviati durante il conflitto. Il programma degli Stati Uniti del 1916 prevedeva sei incrociatori da battaglia di classe Lexington e cinque corazzate di classe South Dakota; nel dicembre 1918, l'amministrazione del presidente Woodrow Wilson chiese la costruzione di altre dieci corazzate e sei incrociatori da battaglia. Le proposte del Consiglio Generale del 1919-1920 prevedevano acquisizioni leggermente più piccole, ma comunque significative, oltre il piano del 1916: due corazzate e un incrociatore da battaglia per l'anno fiscale 1921 e tre corazzate, un incrociatore da battaglia, quattro portaerei e trenta cacciatorpediniere tra gli anni fiscali 1922 e 1924. Il Regno Unito era nelle fasi finali dell'ordinazione di otto navi capitali (gli incrociatori da battaglia G3, con la prima chiglia posata nel 1921, e le corazzate di classe N3, che sarebbero state stabilite a partire dal 1922). Nel 1920 il Giappone imperiale stava tentando di costruire fino a uno standard 8-8 di otto corazzate e otto incrociatori da battaglia o incrociatori con le classi Nagato, Tosa, Amagi, Kii e Numero 13. Due navi di questi progetti dovevano essere stabilite all'anno fino al 1928. Con i costi sbalorditivi associati a tali programmi, il Segretario di Stato degli Stati Uniti Charles Evans Hughes invitò delegazioni delle principali potenze marittime: Francia, Italia, Giappone e Regno Unito: riunirsi a Washington, DC per discutere e, si spera, porre fine alla corsa agli armamenti navali. Il successivo risultato della Conferenza navale di Washington