Laura J. Crossey

Article

August 9, 2022

Laura J. Crossey è un'idrologa e geochimica americana e illustre professore di scienze della terra e planetarie presso l'Università del New Mexico (UNM). Crossey fa parte del team Sustainable Water Resources Grand Challenge dell'UNM, che studia l'acqua e il clima nel New Mexico e in altre regioni aride. Ha studiato sorgenti e acque sotterranee in aree tra cui il deserto occidentale dell'Egitto, il Great Artesian Basin dell'Australia, il Tibet, il Middle Rio Grande Basin e il Grand Canyon.

Primi anni di vita e istruzione

Laura Jones Crossey è cresciuta a Deerfield, Illinois. Ha frequentato il Colorado College, conseguendo la laurea in geologia nel 1977. Ha completato un master in scienze presso la Washington University di St. Louis nel 1979, lavorando sugli oligoelementi nei basalti come parte del progetto Terrestrial Basaltic Volcanism con Larry Haskin. Ha conseguito il dottorato di ricerca in geologia nel 1985 presso l'Università del Wyoming, lavorando con Ronald C. Surdam. La tesi di Crossey ha affrontato l'origine e il ruolo dei composti organici solubili in acqua nei sistemi diagenetici clastici.

Carriera

Crossey è entrata a far parte del dipartimento di Scienze della Terra e Planetarie presso l'Università del New Mexico (UNM) nel 1985. È stata la seconda donna ad essere assunta dal dipartimento, la prima donna a diventare di ruolo nel dipartimento e la prima donna presidente del dipartimento (2013–2016). Ha servito come Associate Dean for Academic Affairs (1997–2000) presso UNM e come Acting Associate Dean for Research presso UNM (2017–2018). In qualità di decano della ricerca, ha contribuito a organizzare una casa a clima controllato per la collezione di paleontologia, poi ospitata a Northrop Hall, in seguito Natural History Science Center. A partire dal 2021, Crossey è stato nominato Distinguished Professor of Earth and Planetary Sciences presso l'Università del New Mexico. Crossey è attivo nell'educazione scientifica e nella sensibilizzazione a tutti i livelli e lavora per aumentare la partecipazione scientifica da parte dei membri di gruppi sottorappresentati. Crossey è stato coinvolto in numerose organizzazioni accademiche e professionali, tra cui il comitato del governatore del New Mexico per lo sviluppo degli standard scientifici, il Global Water Institute presso la Ohio State University, la New Mexico Alliance for Minority Participation a livello statale e l'Associazione internazionale per le donne geoscienziate.

Ricerca

Crossey studia idrologia e geochimica a bassa temperatura con applicazioni a idrochimica, paleoidrologia, diagenesi, sistemi geotermici, geomicrobiologia, ecologia microbica e geologia planetaria. Svolge studi sul campo e analisi di laboratorio di acqua, sedimenti, materiali geomicrobici e gas, ed esamina carotaggi e caratteristiche superficiali di formazioni geologiche. Combinando idrologia e geochimica, studia le falde acquifere, le falde acquifere, la formazione di travertini e sorgenti, la qualità dell'acqua e la sostenibilità delle risorse idriche. Le sue pubblicazioni affrontano argomenti come i fumatori continentali, il seppellimento dei sedimenti, l'assorbimento delle acque sotterranee, il ciclo dei nutrienti acquatici, la diversità microbica nelle sorgenti, la cementazione dell'arenaria, il degassamento del mantello e gli eventi di impatto planetario. Una delle aree di studio di Crossey è la formazione di travertini e sorgenti. Quando l'acqua della pioggia o dello scioglimento della neve viaggia attraverso le strutture geologiche del Grand Canyon, la calcite degli strati calcarei del Canyon si dissolve in esso. Quando l'acqua emerge alle sorgenti o è agitata, come accade nelle rapide e nelle cascate dell'Havasu Creek, la calcite precipita fuori dall'acqua e forma nuova roccia di travertino. La formazione di travertino è ulteriormente mediata dai batteri. Crossey ha determinato che è più probabile che si verifichi la formazione di travertino quando le acque sotterranee meteoriche dovute alla pioggia o allo scioglimento della neve si mescolano con le acque sotterranee più profonde che salgono dal mantello terrestre. Crossey ha trascorso anni a studiare le relazioni tra geologia e idrologia nella regione del Grand Canyon, identificando i confini idrologici e tracciare il flusso delle acque sotterranee tra le sue falde acquifere. Modella il movimento, la miscelazione e la qualità dell'acqua attraverso la regione e ha rai