John Hampden

Article

June 30, 2022

John Hampden (c. giugno 1595-24 giugno 1643) era un proprietario terriero e politico inglese la cui opposizione alle tasse arbitrarie imposte da Carlo I lo rese una figura nazionale. Alleato del leader parlamentare John Pym e cugino di Oliver Cromwell, fu uno dei cinque membri il cui tentativo di arresto nel gennaio 1642 scatenò la prima guerra civile inglese. Dopo l'inizio della guerra nell'agosto 1642, Hampden sollevò un reggimento di fanteria e morì per le ferite riportate nella battaglia di Chalgrove Field il 18 giugno 1643. La sua perdita fu considerata un duro colpo, soprattutto perché era uno dei pochi leader parlamentari in grado di reggere insieme le diverse fazioni. Tuttavia, la sua morte prematura significava anche che evitò gli aspri dibattiti interni più tardi durante la guerra, l'esecuzione di Carlo I nel 1649 e l'istituzione del Protettorato. Questo lo rende una figura meno complessa di Cromwell o Pym, un fattore chiave nel motivo per cui la sua statua fu eretta nel Palazzo di Westminster per rappresentare la causa parlamentare nel 1841. Anche la reputazione di opposizione onesta, di principio e patriottica al governo arbitrario lo rese una figura popolare in Nord America; prima della rivoluzione americana, Franklin e Adams erano tra coloro che lo facevano riferimento per giustificare la loro causa.

Dati personali

John Hampden nacque intorno al giugno 1595, probabilmente a Londra, figlio maggiore di William Hampden (1570–1597) ed Elizabeth Cromwell (1574–1664). La famiglia era di lunga data nel Buckinghamshire e William era membro del Parlamento per East Looe nel 1593. Dopo la sua morte nell'aprile 1597, suo cugino, un altro William Hampden, fu nominato esecutore testamentario ma fu coinvolto in un'aspra disputa legale con Elizabeth; Il fratello minore di John, Richard (1596–1659), ereditò le sue proprietà a Ennington.Hampden sposò Elizabeth Symeon nel 1619 e prima della sua morte nel 1631 ebbero nove figli, di cui sette sopravvissero fino all'età adulta. Ann (1616–1701), Elizabeth (1619–1643), John (1621–1642), William (morto nel 1675), Ruth (1628–1687), Mary (1630–1689) e Richard (1631–1695), Cancelliere dello Scacchiere sotto Guglielmo III. Nel 1640 sposò Letitia Knollys (1591–1666); non avevano figli prima della sua morte nel 1643.

Carriera

dal 1610 al 1629; Attivismo politico Nel 1610 si laureò al Magdalen College di Oxford; poiché la formazione legale era allora considerata parte dell'educazione di un gentiluomo, frequentò l'Inner Temple dal 1613 al 1615. Mentre era a Londra, divenne strettamente coinvolto con altri puritani, un termine generico per chiunque volesse riformare, o "purificare", il Chiesa di Inghilterra. Copreva una varietà di dottrine, di cui calvinisti come Hampden erano i più importanti, collegandolo a una rete che includeva Richard Knightley, Lord Saye e John Preston. Nel 1621, Hampden fu eletto deputato per Grampound, un borgo marcio in Cornovaglia controllato dal magnate locale, John Arundell; un buon esempio della complessità del periodo, Arundell si oppose a Ship Money nel 1636, ma tenne il castello di Pendennis per Carlo I fino al 1646. Hampden successivamente finanziò una campagna per ripristinare la rappresentanza parlamentare a Wendover nel 1624, seggio che mantenne fino al 1629. Come deputato di Wendover, sedette nel Parlamento del 1626, successivamente noto come "Parlamento inutile", poiché non riuscì ad approvare alcuna legislazione. In cambio dell'approvazione delle tasse, il Parlamento ha insistito per mettere sotto accusa il duca di Buckingham, un comandante militare noto per l'inefficienza e la stravaganza. Piuttosto che obbedire, Charles lo sciolse. Invece delle tasse, impose un prestito forzato e oltre 70 persone furono incarcerate per essersi rifiutate di pagare, incluso lo zio di Hampden, Sir Edmund Hampden. Quando anche Hampden ha rifiutato di iscriversi, è stato arrestato; mentre era in prigione, incontrò Sir John Eliot, che nel 1628 guidò la campagna della Petition of Right. La conseguente riduzione delle entrate dei prestiti obbligò Carlo a convocare un nuovo Parlamento nel marzo 1627. Ciò restituì "una preponderanza di parlamentari contrari al re ", tra cui Selden, Coca-Cola, John Pym e un giovane Oliver Cromwell. Rilasciato a