Nazionale di calcio femminile della Germania

Article

August 13, 2022

La nazionale di calcio femminile tedesca (in tedesco: Deutsche Fußballnationalmannschaft der Frauen) rappresenta la Germania nel calcio femminile internazionale. La squadra è governata dalla Federcalcio tedesca (DFB). La nazionale tedesca è una delle squadre di maggior successo nel calcio femminile. Sono due volte campioni del mondo, avendo vinto i tornei 2003 e 2007. La squadra ha vinto otto dei tredici Campionati Europei UEFA, conquistando sei titoli consecutivi tra il 1995 e il 2013. Insieme all'Olanda, sono una delle due nazioni che hanno vinto sia il torneo europeo femminile che quello maschile. La Germania ha vinto l'oro olimpico nel 2016, dopo tre medaglie di bronzo consecutive al Torneo olimpico di calcio femminile, finendo terza nel 2000, 2004 e 2008. Birgit Prinz detiene il record per il maggior numero di presenze ed è il capocannoniere di tutti i tempi della squadra. Prinz ha anche stabilito record internazionali; ha ricevuto tre volte il premio FIFA World Player of the Year ed è il secondo capocannoniere assoluto alla Coppa del Mondo femminile. Il calcio femminile è stato a lungo accolto con scetticismo in Germania e le partite ufficiali sono state bandite dalla DFB fino al 1970. Tuttavia, la squadra nazionale femminile è cresciuta in popolarità da quando ha vinto la Coppa del Mondo nel 2003, poiché è stata scelta come squadra sportiva dell'anno tedesca . A giugno 2022, la Germania è classificata al 2 ° posto nella classifica mondiale femminile FIFA.

Storia

Storia antica

Nel 1955, la DFB decise di vietare il calcio femminile in tutti i suoi club della Germania Ovest. Nella sua spiegazione, il DFB ha citato che "questo sport da combattimento è fondamentalmente estraneo alla natura delle donne" e che "il corpo e l'anima subirebbero inevitabilmente danni". Inoltre, "l'esibizione del corpo viola l'etichetta e la decenza". Nonostante questo divieto, negli anni '50 e '60 furono giocate più di 150 partite internazionali non ufficiali. Il 30 ottobre 1970, il divieto al calcio femminile è stato revocato alla convention annuale della DFB. Altre federazioni calcistiche avevano già formato squadre nazionali femminili ufficiali negli anni '70, la DFB è rimasta a lungo non coinvolta nel calcio femminile. Nel 1981, l'ufficiale della DFB Horst R. Schmidt fu invitato a inviare una squadra al campionato mondiale di calcio femminile non ufficiale. Schmidt ha accettato l'invito ma ha nascosto il fatto che la Germania Ovest non aveva una squadra nazionale femminile in quel momento. Per evitare l'umiliazione, la DFB ha inviato i campioni di club tedeschi Bergisch Gladbach 09, che hanno vinto il torneo e ripetuto la stessa impresa tre anni dopo, nel 1984. Vedendo la necessità, la DFB ha fondato la squadra nazionale femminile nel 1982. Il presidente della DFB Hermann Neuberger ha incaricato Gero Bisanz, istruttore del Cologne Sports College, di costituire la squadra.

1982–1994: inizi difficili e primi titoli europei

Nel settembre 1982 Bisanz organizzò due corsi di formazione per scouting dai quali selezionò una rosa di 16 giocatori. La prima partita internazionale della squadra si è svolta il 10 novembre 1982 a Coblenza. Seguendo la tradizione della squadra maschile, la Svizzera è stata scelta come prima avversaria della Germania Ovest. Doris Kresimon ha segnato il primo gol in nazionale al 25'. Nel secondo tempo, la 18enne Silvia Neid ha contribuito con due gol alla vittoria per 5-1; Neid in seguito è diventato assistente allenatore nel 1996 e capo allenatore nel 2005. Con cinque pareggi e una sconfitta, la Germania Ovest non è riuscita a qualificarsi per il Campionato Europeo inaugurale del 1984, finendo terza nel girone di qualificazione. All'inizio, l'obiettivo principale di Bisanz era quello di colmare il divario con i paesi scandinavi e l'Italia, allora le squadre più forti d'Europa. Ha sottolineato la formazione nelle abilità di base e la necessità di un programma efficace per i giovani. A partire dal 1985, Bisanz ha convocato sempre più giocatori più giovani, ma all'inizio ha avuto scarso successo con questo concetto, poiché la Germania Ovest non è riuscita ancora una volta a qualificarsi per le finali del Campionato Europeo 1987. Imbattuta e senza subire gol, la squadra tedesca si è qualificata per l'Europeo Campionato per la prima volta nel 1989; il torneo