Emirato di Abu Dhabi

Article

May 20, 2022

L'Emirato di Abu Dhabi (, , o ; arabo: إِمَـارَة أَبُـوظَـبِي Imārat Abū Ẓaby, pronunciato [ʔabuː ˈðˤɑbi]) è uno dei sette emirati che costituiscono gli Emirati Arabi Uniti (UAE). È di gran lunga il più grande emirato per area (67.340 km2 (26.000 miglia quadrate)), rappresentando circa l'87% della superficie totale della federazione. Abu Dhabi ha anche la seconda popolazione più grande dei sette emirati. Nel giugno 2011 si stimava che fossero 2.120.700 persone, di cui 439.100 persone (meno del 21%) erano cittadini degli Emirati. La città di Abu Dhabi, da cui prende il nome l'emirato, è la capitale sia dell'emirato che della federazione. All'inizio degli anni '70, due importanti sviluppi hanno influenzato lo status dell'Emirato di Abu Dhabi. La prima è stata l'istituzione degli Emirati Arabi Uniti nel dicembre 1971, con Abu Dhabi come capitale politica e amministrativa. Il secondo è stato il forte aumento dei prezzi del petrolio dopo la guerra dell'ottobre 1973, che ha accompagnato un cambiamento nei rapporti tra i paesi petroliferi e le compagnie petrolifere straniere, portando a un drammatico aumento delle entrate petrolifere. Le stime del prodotto interno lordo (PIL) di Abu Dhabi, nel 2014, ammontavano a (0,24 tril. di EUR) 960 miliardi di AED a prezzi correnti. L'estrazione mineraria e l'estrazione (inclusi petrolio greggio e gas naturale) rappresentano il contributo maggiore al PIL (58,5 per cento nel 2011). Le industrie legate all'edilizia sono il secondo contributore maggiore (10,1 per cento nel 2011). Il PIL è cresciuto fino a 911,6 miliardi di AED nel 2012, ovvero oltre 100.000 dollari USA pro capite. In tempi recenti, l'Emirato di Abu Dhabi ha contribuito continuamente a circa il 60% del PIL degli Emirati Arabi Uniti, mentre la sua popolazione costituisce solo il 34% della popolazione totale degli Emirati Arabi Uniti secondo il censimento del 2005.

Etimologia

Prima che la zona prendesse il nome di Abu Dhabi, era conosciuta come Milh, che in arabo significa sale, probabilmente a causa dell'acqua salata della zona. Milh è ancora il nome di una delle isole di Abu Dhabi. "Dhabi" è il nome arabo di una particolare specie di gazzella nativa che un tempo era comune nella regione araba. Abu Dhabi significa il padre di "Dhabi" (gazzella). Il primo utilizzo del nome risale a oltre 300 anni fa. Poiché l'origine di questo nome è stata tramandata di generazione in generazione attraverso poesie e leggende, è difficile conoscere l'effettiva etimologia del nome. Si pensa che il nome sia nato a causa dell'abbondanza di gazzelle nella zona e di un popolare racconto popolare sulla fondazione della città di Abu Dhabi che coinvolge lo sceicco Shakhbut bin Dhiyab al Nahyan.

Storia

Parti di Abu Dhabi furono colonizzate millenni fa e la sua storia antica si adatta al modello di pastorizia e pesca nomade tipico della regione più ampia. L'Emirato condivide la regione storica di Al-Buraimi o Tawam (che comprende l'odierna Al Ain) con l'Oman, ed è stato dimostrato che sia stato abitato per oltre 7000 anni. La moderna Abu Dhabi trae le sue origini dall'ascesa di un'importante confederazione tribale, i Bani Yas, alla fine del XVIII secolo, che assunse anche il controllo di Dubai. Nel 19° secolo, le filiali di Dubai e Abu Dhabi si separarono. Nella metà del 20° secolo, l'economia di Abu Dhabi ha continuato a essere sostenuta principalmente dalla pastorizia di cammelli, dalla produzione di datteri e ortaggi nelle oasi interne di Al-Ain e Liwa, e dalla pesca e dall'immersione delle perle al largo della costa della città di Abu Dhabi, che era occupato principalmente durante i mesi estivi. La maggior parte delle abitazioni nella città di Abu Dhabi erano, in questo momento, costruite con fronde di palma (barasti), con le famiglie più ricche che occupavano capanne di fango. La crescita dell'industria delle perle coltivate nella prima metà del ventesimo secolo ha creato difficoltà ai residenti di Abu Dhabi poiché le perle rappresentavano la più grande esportazione e la principale fonte di guadagno in contanti. Nel 1939, lo sceicco Shakhbut Bin-Sultan Al Nahyan concesse concessioni petrolifere e il petrolio fu trovato per la prima volta nel 1958. All'inizio, i soldi del petrolio ebbero un impatto marginale. Furono eretti alcuni bassi edifici in cemento e la prima strada asfaltata