Dom Phillips

Article

June 28, 2022

Dominic Mark Phillips (23 luglio 1964-5 giugno 2022) è stato un giornalista freelance britannico. Ha scritto per The Guardian e The Washington Post e ha contribuito a The New York Times, The Times, Financial Times, Bloomberg News, The Intercept, The Observer, The Independent, The Daily Beast, rivista di calcio Four Four Two e notiziario energetico Platts tra gli altri. Il 5 giugno 2022, lui e il brasiliano Bruno Pereira, esperto di popolazioni indigene del Brasile, sono scomparsi nella remota valle di Javari, nell'estremo ovest dello stato di Amazonas in Brasile, una delle zone più remote del foresta pluviale. Il 14 giugno, Amarildo da Costa da Oliveira avrebbe confessato di aver sparato e ucciso Phillips e Pereira e il giorno successivo avrebbe condotto la polizia ai corpi degli uomini.

Primi anni di vita e istruzione

Phillips è nato da Gillian (nata Watson) e Bernard Phillips il 23 luglio 1964 a Bebington, nel Cheshire. Sua madre era gallese e in seguito divenne insegnante di scuola, e suo padre era un contabile irlandese che in seguito divenne docente al Politecnico di Liverpool. Aveva una sorella gemella e un fratello. Durante la sua giovinezza, Phillips ha condiviso l'interesse della sua famiglia per la musica e le attività all'aperto, formando una serie di band con suo fratello e i suoi amici. Philips ha vinto una borsa di studio al St Anselm's College di Birkenhead. Ha studiato letteratura in una laurea combinata alla Hull University per alcuni mesi. Poi è passato a un corso al Middlesex Polytechnic, ma ha rinunciato. Ha viaggiato in tutto il mondo, vivendo in Israele, Grecia, Danimarca e Australia.

Carriera

A Liverpool, Phillips ha fondato The Subterranean, una fanzine di breve durata, con Neil Cooper all'inizio degli anni '80. Prende il nome dal romanzo di Jack Kerouac I sotterranei. Negli anni '90, Phillips ha scritto e curato per Mixmag, dove ha coniato il termine "progressive house". Phillips si è trasferito in Brasile nel 2007 per finire un libro sulla musica elettronica. Nel 2009 ha pubblicato Superstar DJs Here We Go!: The Rise and Fall of the Superstar DJ, una storia in prima linea sulla cultura dei club degli anni '90. Phillips ha scritto di politica, povertà e sviluppo culturale in Brasile. Ha contribuito al Washington Post dal 2014 al 2016, dove ha seguito i preparativi del Brasile per la Coppa del Mondo FIFA 2014 e le Olimpiadi estive 2016. Ha anche riferito della deforestazione in Brasile, conducendo un'indagine del Guardian su allevamenti di bestiame su larga scala stabiliti su terreni forestali disboscati. Phillips ha anche contribuito a The Times, Financial Times, Bloomberg News e riviste di calcio. Nel giugno 2022, Phillips era nella regione di Vale do Javari, alla ricerca di un libro sullo sviluppo sostenibile lì. Aveva ricevuto una borsa di studio dalla Fondazione Alicia Patterson per scrivere il libro e mirava a finirlo entro la fine del 2022. La copertura di Philips sulla deforestazione illegale in Amazzonia è stata nominata per il Gabo Award 2020 per la copertura giornalistica ed è stata finalista per il Premio Vladimir Herzog quello stesso anno.

Vita personale

Phillips sposò una donna di nome Nuala, dalla quale in seguito divorziò. Nel 2013, Phillips ha incontrato Alessandra Sampaio a una festa vicino alla sua casa a Santa Teresa, Rio de Janeiro. Si sono sposati nel 2015. Ha vissuto a San Paolo, Rio de Janeiro e Salvador.

Omicidio

Phillips e il brasiliano Bruno Pereira, un esperto di popolazioni indigene dell'Amazzonia, hanno ricevuto minacce di morte per aver aiutato a proteggere le persone da trafficanti illegali di droga, minatori, taglialegna e cacciatori. Orlando Possuelo, un attivista per i diritti degli indigeni, ha affermato di aver ricevuto un messaggio da Pereira alle 6 del mattino del 5 giugno 2022. Pereira ha detto che lui e Phillips sarebbero passati dalla comunità lungo il fiume di São Rafael mentre si recavano ad Atalaia do Norte, nella remota valle di Javari, nell'estremo ovest dello stato di Amazonas in Brasile , una delle zone più remote della foresta pluviale. Possuelo ha organizzato un incontro con Pereira alle 8 del mattino, ma Pereira e Phillips non sono mai arrivati. Possuelo ha detto che quando non si sono presentati, è tornato sui loro passi fino al luogo in cui sono stati visti l'ultima volta. Membri di una sorveglianza indigena