Elezioni presidenziali filippine del 2022

Article

May 25, 2022

Le elezioni presidenziali filippine del 2022 si sono svolte lunedì 9 maggio 2022, nell'ambito delle elezioni generali del 2022. Questa è stata la 17a elezione presidenziale diretta e la 16a elezione alla vicepresidenza nelle Filippine dal 1935 e la sesta elezione presidenziale e vicepresidente del sesto anno dal 1992. Il presidente in carica Rodrigo Duterte non era idoneo per la rielezione perché il presidente è limitato a un solo mandato ai sensi della Costituzione filippina del 1987. Il vicepresidente in carica Leni Robredo era eleggibile per la rielezione, ma ha invece scelto di candidarsi alla presidenza. Pertanto, questa elezione ha determinato il 17° presidente e il 15° vicepresidente. Il presidente e il vicepresidente vengono eletti separatamente, quindi i due candidati vincitori possono provenire da partiti politici diversi. Bongbong Marcos e Sara Duterte hanno vinto rispettivamente la presidenza e la vicepresidenza, diventando i primi candidati alla presidenza e alla vicepresidenza ad essere eletti a maggioranza dal 1986 e il primo biglietto presidenziale a vincere insieme dal 2004. Questo dovrebbe segnare anche il ritorno della famiglia Marcos al potere per la prima volta dalla Rivoluzione del potere popolare. Il Congresso delle Filippine si riunirà a fine maggio per esaminare i risultati e proclamare formalmente i vincitori delle elezioni.

Sistema elettorale

Secondo la Costituzione delle Filippine del 1987, le elezioni si tengono ogni sei anni dopo il 1992, il secondo lunedì di maggio. Il presidente in carica è a tempo limitato. Il vicepresidente in carica può candidarsi per due mandati consecutivi. Per determinare il vincitore si utilizza il sistema di votazione first past-the-post: il candidato con il maggior numero di voti, indipendentemente dal fatto che uno abbia o meno la maggioranza, vince la presidenza. L'elezione della vicepresidenza è separata, si tiene il stesse regole e gli elettori possono dividere il loro biglietto. Se due o più candidati ottengono il maggior numero di voti per una delle due posizioni, il Congresso voterà tra di loro che sarà presidente o vicepresidente, a seconda dei casi. Entrambi i vincitori presteranno servizio per sei anni a partire da mezzogiorno del 30 giugno 2022 e terminano lo stesso giorno, sei anni dopo.

Sfondo

Nelle elezioni presidenziali e vicepresidenti del 2016, il sindaco di Davao City Rodrigo Duterte del Partido Demokratiko Pilipino–Lakas ng Bayan (trad. Philippine Democratic Party–People Power; PDP–Laban) ha vinto la presidenza contro altri quattro candidati, mentre il rappresentante della Camera di Camarines Sur Leni Robredo del Partito Liberale ha vinto contro il senatore Bongbong Marcos e altri quattro alle elezioni per la vicepresidenza che è il margine più vicino dal 1965. Marcos ha protestato contro il risultato del Presidential Electoral Tribunal. Sulla protesta elettorale di Marcos contro Robredo, il Presidential Electoral Tribunal ha pubblicato nell'ottobre 2019 il rapporto sulle province pilota di Marcos di Camarines Sur, Iloilo e Negros Oriental e ha mostrato che Robredo ha aumentato il suo vantaggio di 15.742 voti. Il tribunale ha votato per rinviare la decisione sulla protesta e invece ha proceduto con la richiesta di Marcos di annullare i voti della Regione Autonoma nelle province musulmane di Mindanao (ARMM) di Basilan, Lanao del Sur e Maguindanao. Coloro che hanno dissentito alla decisione hanno affermato che la protesta avrebbe dovuto essere respinto, poiché Marcos non è riuscito a recuperare voti dalle sue 3 province pilota, citando le regole del tribunale. Sono stati annullati quando gli altri hanno affermato che anche la richiesta di Marcos sulle province ARMM dovrebbe essere risolta. Nel luglio 2016, il vicepresidente Robredo è stato nominato a capo dell'Housing and Urban Development Coordinating Council (HUDCC), ma in seguito si è dimesso nel dicembre 2016 dopo essere stata le è stato detto di smettere di partecipare a tutte le riunioni di gabinetto, tra le sue critiche alla guerra alla droga dell'amministrazione. Il presidente in seguito disse ai suoi alleati di smettere di provare a mettere sotto accusa Robredo. Nel 17° Congresso, il rappresentante di Davao del Norte, Pantaleon Alvarez, è stato eletto Presidente della Camera dei Rappresentanti nel luglio 2016. A metà del 17° Congresso, l'ex presidente Glor